Gli automi cellulari (Cellular Automata) sono idealizzazioni matematiche di sistemi naturali che forniscono modelli matematici per un'ampia varietà di fenomeni complessi. Si tratta di una raccolta di celle su una griglia di forma specificata che si evolve attraverso una serie di passaggi definiti da un insieme di regole, tenendo in considerazione gli stati delle celle adiacenti.


LA BELLEZZA È NEL PROCESSO!


Partendo dal concetto matematico di “Cellular Automaton” di Wolfram, abbiamo creato un algoritmo proprietario basato su 4 parametri + un set di regole per determinare loghi algoritmicamente infiniti. I valori dei parametri stabiliti da ciascun utente formeranno la prima riga della matrice, e il logo si costruirà algoritmicamente in forma randomica a partire da essa. Ogni logo creato sarà unico e irripetibile. “La bellezza è nel processo”, perché il processo che ci ha portato a scrivere l’algoritmo ci ha visto cercare di "controllare" la casualità dell'algoritmo in un continuo scambio tra arte e ordine, estetica umana ed esecuzione della macchina. Il concetto del logo nasce dalla filosofia alla base dell’Associazione Culturale "Umanesimo Artificiale" di interrogarsi sul significato e sul ruolo dell’essere umano in un’epoca sempre più dominata da intelligenze artificiali.

I parametri

Creatività: Dipinti Rinascimentali

Quale modo migliore di rappresentare il genio e il talento umano se non attraverso le opere del Rinascimento? Ma abbiamo voluto che fosse l’algoritmo di machine learning di Google Arts and Science a fare la scelta in base a criteri stabiliti da noi, in un percorso di co-creazione tra l'artista e la tecnologia.

Ambizione: Foto dello spazio dal sito della NASA selezionate randomicamente

"Abbiamo scelto di andare sulla Luna"
(Discorso di John F. Kennedy sull’impegno Americano di andare sulla luna, 1962).
È noto tra gli esperti che una delle maggiori differenze tra uomo e macchine - e ciò che ha reso possibile che gli esseri umani si evolvessero nella specie più evoluta mai conosciuta - è l'ambizione del progresso, dell’esplorazione e della continua scoperta. Per sopravvivere, l’uomo non ha bisogno di andare sulla Luna, o su Marte, ma la curiosità e lo spirito di darsi delle sfide e spingersi sempre oltre è quello che ci ha permesso di arrivare fino ai giorni nostri.

Efficienza: Codice binario

Volevamo rappresentare il modo in cui un computer "parla": attraverso il codice binario 0 e 1. Maggiore è l’intensità del parametro, e maggiori saranno le celle che verranno trasformate dall’algoritmo da celle bianche e nere in 0 e 1.

Immortalità: Forme geometriche

Come può essere rappresentata l’assenza di vita? E come invece può essere rappresentata la perfezione, l'immortalità, il “divino”? Le mutazioni partono da una cella rettangolare vuota e i lati della figura geometrica aumentano, con l’aumento del parametro, fino a raggiungere le dimensioni di un cerchio perfetto, simbolo di perfezione ed immortalità.

← Indietro